Tutti noi vinciamo

Tutti noi vinciamo

 

Un bambino, nella sua semplicità, insegna che siamo Tutti Uno.

Passeggiavo per una via al fianco della campagna e davanti a me si poneva uno spettacolo che mi sarebbe rimasto nel cuore, nell’anima e nella mente come la più potente manifestazione di verità emersa dallo spirito puro di un bambino ancora pieno della luce che ha animato il suo corpo e non ancora contaminato dalla povertà che spesso incatena l’adulto portandolo a credere che si possa vivere solo distruggendo e calpestando.

Il bambino imparava ad andare in bici, con un sorriso eccitato e tutta l’esuberanza che nasce dalla consapevolezza di essere immersi in una grande avventura. Al suo fianco c’era la madre, che lo incitava. Il padre correva davanti a loro, ridendo e tenendo un passo adeguato alla velocità del bambino traballante. Ho sentito la madre dire al bambino: “Dai, vai più veloce, altrimenti vince babbo!”.

Mi si è rotto il cuore a quello sprono di competizione iniettato ad un essere talmente morbido e aperto. Ma il bambino ha saputo risanare immediatamente la mia ferita e in più inondarla di luce d’oro e gioia e speranza, rispondendo alla madre: “Tutti noi vinciamo”.

Ho sentito esplodere la vita e la verità, il senso dell’essere qui, l’unica legge che dovremmo sempre tenere in mente. E ho ringraziato quella potenza per averla espressa in modo così chiaro, così semplice, come una lezione da imprimere nella pelle e nell’anima, ma non come un marchio. Lasciarla penetrare nell’anima come un’avvolgente coperta che ti guida nel cammino.

Con la sua vocina delicata ed acuta, mentre lo sguardo attento fissava l’orizzonte e manteneva la concentrazione per manovrare la macchinosa bici, tra il casco di traverso e le protezioni ad ogni possibile articolazione, quel maestro travestito da cucciolo ha dato voce alla verità suprema di tutto il creato.

La verità è che, se per vincere io, sto facendo perdere qualcuno, la mia non è una reale vittoria, perché siamo tutti uno, e se lui perde, perdo anche io. Tutto perde, la vita stessa perde.

Perciò, per favorire la vita e tutto ciò che essa porta, preferisco agire secondo l’idea per cui: “Tutti noi vinciamo”.

 

Grazie, bambino.

Rossella

 

 

No Comments

Post A Comment