Quando risplendi, inviti gli altri a risplendere.

Quando risplendi, inviti gli altri a risplendere.

 

Siamo portati a credere che il nostro atteggiamento luminoso possa dare fastidio e sia quindi deleterio per le altre persone, di conseguenza per noi, che possiamo restare senza amici e senza affetti a causa della nostra naturalezza. In effetti, può accadere che qualcosa di noi possa dare fastidio agli altri. Allo stesso tempo, esiste una tendenza all’emulazione che favorisce la possibilità di essere delle fonti di ispirazione positiva per le persone che ci sono vicine.

 

Quando siamo insieme agli altri, spesso ci conteniamo nel comportamento, seguiamo quello che ci è stato insegnato rispetto alla buona educazione e vincoliamo le nostre risposte verbali e fisiche alle norme che abbiamo assorbito. Siamo convinti che questo modo di fare ci consentirà di mantenere la salvezza e buoni rapporti per lungo tempo.

 

Quello che dimentichiamo è l’importanza che rivestono la spontaneità e la naturalezza nei rapporti, caratteristiche che permettono un sano relazionarsi e un vero scambio di sentimenti.

 

Ho sentito spesso frasi del tipo: “Se gli dico questo, non va bene”, “Se faccio così, poi rischio di perdere quel vantaggio”, “Meglio che faccia finta di niente e aspetti che si muova lui per primo”.

 

La vita è diventata una strategia anziché un piacere, il quotidiano è un peso anziché una gioia ed il tempo che passa è associato all’invecchiare anziché all’evolvere.

 

Con certi presupposti, è chiaro che la vita diventa un macigno sempre più pesante ed un mostro sempre più spaventoso… Quello che davvero conta nel viaggio di questa esistenza è Essere Se Stessi.

 

Esprimere la propria vera natura è il desiderio di ognuno, che questi ne sia consapevole o meno, che lo voglia ammettere o che lo neghi… il benessere è dato dalla libera espressione di sé.

 

La libertà è stata col tempo associata al danno. “Se lasci le persone libere, allora è un disastro”.

 

In verità, è proprio la restrizione che porta disagio, pressione e di conseguenza esplosione. Gli scoppi d’ira, i sintomi, le malattie, il rancore, la tristezza e la distruttività nascono quando si è tenuta la propria natura compressa per troppo tempo.

 

Una persona davvero libera, che vive in sintonia con la propria natura, che ama se stessa come gli altri e favorisce la propria espressione come quella altrui, sarà portata a rendere sempre migliore il luogo in cui abita e prendersi cura di sé e dell’ambiente circostante.

 

Ora, quello che possiamo vedere è che la propria verità potrebbe dare fastidio ad alcuni (ricordando che il fastidio è espressione dell’ombra), ma potrebbe – e di fatto lo è – uno spunto di riflessione per molti altri. Gli altri possono vedere che esprimere la propria natura è semplice, liberatorio ed aiuta a coltivare relazioni migliori e una vita più ricca, anziché rovinosa, isolata e distruttiva come spesso si crede.

 

Quando esprimi la tua luce, la tua semplice verità, gli altri sono invitati a fare lo stesso, perché siamo esseri emulatori e siamo per natura portati a copiare quello che vediamo fare agli altri. Inoltre, abbiamo tutti bisogno di stare bene ed esprimere la nostra verità per costruire una vita che sia affine alla nostra anima e ci renda quella soddisfazione necessaria per proseguire nel viaggio.

 

Siamo tutti specchi gli uni degli altri.

 

Essere Se Stessi invita gli altri a Essere Se Stessi.

 

 

Rossella Schianchi

23.3.2018

 

www.rossellaschianchi.it

 

 

No Comments

Post A Comment